- See more at: http://www.bloggerhow.com/2012/07/implement-twitter-cards-blogger-blogspot.html/#sthash.nOhSHGGv.dpuf

SALLUSTI RISCHIA IL CARCERE. PER QUESTO ARTICOLO.



Per questo articolo, pubblicato su "Libero" nel 2007, la Cassazione ha confermato la pena detentiva di 14 mesi per il direttore de "Il Giornale", Alessandro Sallusti. La storia raccontata si è poi rivelata infondata, nei termini in cui è stata descritta. Il giudice protagonista della vicenda non ha "ordinato l'aborto" e quindi ha agito contro l'ignoto autore dell'articolo. Mai individuato. Così la responsabilità è ricaduta sul direttore, Sallusti. Che oggi ne paga le conseguenze. Esagerate. Incivili. 

La traduzione in carcere è stata, per ora, sospesa. Ma rimane il fatto, inaccettabile, che in Italia si possa finire dietro le sbarre per aver espresso la propria opinione. Perché, anche se i fatti si sono svolti in modo diverso da come descritti, ciò che ha offeso sembra essere l'opinione espressa su quei fatti. 

E, se di offesa si tratta, in un Paese civile la si lava con la sanzione pecuniaria, con l'obbligo di smentita e riabilitazione, con i provvedimenti disciplinari. Non con la galera. Quella dovrebbe venire riservata ai delinquenti veri. Che invece in Italia sono spesso più liberi di un direttore di giornale.
L'articolo per il quale Sallusti è stato condannato.
Clicca sulle immagini per ingrandire e leggere.

Share on Google Plus

About Paolo Rovis