- See more at: http://www.bloggerhow.com/2012/07/implement-twitter-cards-blogger-blogspot.html/#sthash.nOhSHGGv.dpuf

Se questo è un Presidente...



PORTI: TRIESTE; BONICIOLLI, PARTE CITTA' CONTRO PRIVATI IN TTP.


TRIESTE, 11 NOV - "Una parte di Trieste ha fatto il possibile e l'impossibile perché che questa operazione non andasse in porto": lo ha detto oggi il presidente dell'Autorità portuale Claudio Boniciolli, commentando l'acquisizione del 60% della Trieste Terminal Passeggeri da parte della cordata Unicredit-Costa-Generali.


Parlando con i giornalisti al termine della seduta pubblica della commissione di gara, Boniciolli ha elencato i nomi di quelli che - a suo parere - sono i responsabili del tentato boicottaggio dell'operazione. Il presidente dell'authority ha indicato tra questi l'assessore al Turismo del Comune di Trieste Paolo Rovis (Pdl), "che ha detto Boniciolli - ha tentato insieme ad altri persino di aggredire i valutatori della società".


"Un altro - ha continuato - è l'ineffabile consigliere Maurizio Bucci (Pdl), costruttore dei fuochi d'artificio alle ore 15 dei mesi d'agosto e offertore di assaggi di mortadella ai passeggeri delle navi".
(ANSA).


-----------------------------


Non aggiungo molti commenti. Il testo di questo comunicato è già sulla scrivania del mio legale per la predisposizione degli azioni conseguenti.
Chi muove tali immaginifiche accuse è il presidente di un Ente pubblico dello Stato, l'Autorità Portuale di Trieste, nominato dal governo Prodi. Muove accuse pesanti, ancorché prive di un qualsiasi minimo, pulviscolare fondamento: il tentato boicottaggio di una gara pubblica, indetta da un Ente Pubblico. Addirittura l'aggressione - si, l'aggressione - "insieme ad altri" dei valutatori della società pubblica Trieste Terminal Passeggeri.


La fantasia negli infanti è una cosa positiva. E' indice di creatività e intelligenza. Negli ultrasettantenni può invece produrre pessimi effetti. Se poi si riveste una carica istituzionale e si accusa di reati - avvenuti solo nell'insana fantasia dell'accusatore - un'altra carica istituzionale, si può anche sorridere come si farebbe nei confronti di un bimbo che narra del suo mondo fantastico.
Ma poi si va, doverosamente, a sporgere denuncia a tutela della propria onorabilità e correttezza.
Share on Google Plus

About Paolo Rovis