- See more at: http://www.bloggerhow.com/2012/07/implement-twitter-cards-blogger-blogspot.html/#sthash.nOhSHGGv.dpuf

Nel “Bosco dei Lampioni” crescerà un... pastorale triestino!



Uno degli storici “pastorali” triestini potrà venire ammirato alla “Mostra dei giardini – Strada delle sculture 2010” a Rosenheim, terza città più grande dell’Alta Baviera, in Germania, dove verrà realizzato un progetto artistico composto da dieci opere ispirate al tema “Riflessioni sulla natura: acqua, energia e cambiamento climatico”.

L’artista Sonja Vordermaier, che ha già presentato le sue opere in molti musei e gallerie, ha sviluppato il progetto “Il Bosco dei Lampioni” che consiste in un gruppo di lampioni di diverse forme, provenienti da tutto il mondo che costituirà il modello di un giardino selvaggio, posto in una posizione privilegiata nella zona di entrata della Mostra. Il “Bosco dei Lampioni” non unisce soltanto le particolarità di diverse città e culture in modo poetico, ma attraverso una cellula solare realizzata appositamente per questo progetto, diventa simbolo del complesso ciclo di cultura, energia e natura. Ogni singola città, rappresentata da un lampione in questo gruppo artistico, diventerà così ambasciatrice della propria identità, attraverso un’indicazione di provenienza.

La Mostra regionale dei giardini in Germania è molto seguita dal pubblico e nell’anno 2010 è atteso almeno un milione di visitatori.

Trieste parteciperà alla mostra offrendo in comodato gratuito un candelabro storico a pastorale, già precedentemente installato in piazza Venezia ed oggi dismesso.

“Un’ulteriore occasione di visibilità e di conoscenza della nostra città all’estero ed in particolare in Baviera, storico bacino turistico per Trieste” – ha spiegato l’assessore al Turismo del Comune di Trieste Paolo Rovis, che ha concretizzato l’iniziativa. “Queste originali presenze contribuiscono a diffondere la storia peculiare ed il fascino di Trieste” – ha continuato Rovis - “Al pastorale sarà infatti allegato un tabellone esplicativo, realizzato dall’AcegasAps S.p.A., contenente alcune foto di Trieste ed i dettagli illustrativi dei fanali originali e di quelli nuovi, identici ai precedenti, ma costruiti con le nuove tecnologie.”

La singolare ma efficace iniziativa è stata resa possibile dall’azione di collegamento con le istituzioni di Rosenheim svolta dal Goethe-Institut di Trieste e dall’interessamento al tema da parte del consigliere comunale Alessandro Minisini.
Share on Google Plus

About Paolo Rovis