- See more at: http://www.bloggerhow.com/2012/07/implement-twitter-cards-blogger-blogspot.html/#sthash.nOhSHGGv.dpuf

TRIESTE, LA PROPOSTA: PARCHEGGIO LIBERO PER MOTOCICLI AL POSTO DI QUELLO "PROIBITO" DELLA REGIONE.

Vigili in azione (su chiamata) di sabato pomeriggio in via del Mercato Vecchio.

In via del Mercato Vecchio, pieno centro, un lato del palazzo della Giunta regionale, un intero isolato, è riservato alle vetture con contrassegno della Regione FVG.

Ignoti i beneficiari e altrettanto ignoto il criterio con cui vengono distribuiti i permessi. Certa, invece, la ferrea tutela del privilegio.

Le foto in questo post sono state scattate sabato pomeriggio. Uffici chiusi, palazzo deserto. Ma uno zelante "regionale" ha ben pensato di chiamare la Polizia Locale e far rimuovere (si, rimuovere con carro attrezzi) le vetture parcheggiate abusivamente. Tra le quali, quelle di alcuni turisti.

Ineccepibile. Il divieto c'è e chi lo vìola incorre nelle sanzioni previste. Ma, visto che di vetture "regolari" non ce n'era neanche una e, quindi, nessuno dei privilegiati nemmeno usa il "suo" parcheggio, che senso ha tenere vuoti preziosi stalli su una strada pubblica?

I parcheggi riservati vennero concessi anni fa dal Comune amministrato dal centrodestra, su richiesta della Regione di centrosinistra, che addusse impellenti motivi di sicurezza.

Ragioni che oggi sembrano inconsistenti. Se davvero si vuole garantire sicurezza, infatti, si transenna tutto come fatto per la Sinagoga. Non si consumano spazi pubblici per usi "privati". Le transenne nessuno le ha mai messe e quindi, in questo caso, motivi di sicurezza evidentemente non ce ne sono.

Per questo motivo ho richiesto che l'inutile privilegio venga abolito e che i parcheggi attualmente riservati a pochi vengano trasformati in uno spazio 
di cui c'è notoriamente bisogno: stalli per motocicli. Gratuiti e fruibili liberamente da tutti.

Il cartello che consente la sosta solo ai muniti di contrassegno.

Share on Google Plus

About Paolo Rovis