- See more at: http://www.bloggerhow.com/2012/07/implement-twitter-cards-blogger-blogspot.html/#sthash.nOhSHGGv.dpuf

RINASCONO A BENEFICIO DEI TURISTI LE VETRINE DI PALAZZO MODELLO A TRIESTE.


Chi non si è mai fermato a guardare – e magari a sognare – davanti alle vetrine dell’agenzia viaggi che al piano terra di Palazzo Modello, all’angolo tra piazza Unità d’Italia e Capo di Piazza Bartoli, esponeva allettanti offerte-vacanza per destinazioni esotiche?

Da qualche tempo l’agenzia ha lasciato i prestigiosi locali e le vetrine sono state oscurate da una pellicola grigia. Sobria, ma un po’ triste.

“Un paio di mesi fa – racconta Paolo Rovis, all’epoca assessore al Turismo e oggi consigliere comunale – sollecitai AcegasAps, proprietaria dell’immobile, a vivacizzare quelle vetrine, in attesa che l’azienda individui la destinazione dei locali. Siamo nel cuore della città, interessato dal passaggio quotidiano di un flusso turistico in costante crescita. Suggerii quindi di trasformare quei fori inespressivi in un’esposizione permanente di immagini suggestive di Trieste e di dedicarne uno all’inserimento di una pianta della città, sempre utile per ogni turista.”

Un’idea prontamente accolta dall’AD Cesare Pillon e dall’allora DG Marina Monassi, che si attivarono per mettere in pratica quanto proposto. E proprio in questi giorni si sta provvedendo all’installazione.

“Nei prossimi giorni quei fori non saranno più “muti” – conferma Rovis – ma racconteranno Trieste attraverso delle bellissime immagini fotografiche, mentre una mappa gigante della città sarà di sicuro aiuto per i turisti che visitano il centro storico.”

L’auspicio è che comunque questo impiego sia provvisorio. “È certamente opportuno che quei locali, per la loro posizione prestigiosa e di massima visibilità, possano al più presto ospitare un’attività consona al luogo. Non è certo un periodo facile per l’avvio di nuove iniziative commerciali private – ha concluso il consigliere Paolo Rovis – ma so che l’azienda proprietaria sta da tempo seguendo con attenzione il tema. Confido quindi in una non lontana, positiva, soluzione.”
Share on Google Plus

About Paolo Rovis