- See more at: http://www.bloggerhow.com/2012/07/implement-twitter-cards-blogger-blogspot.html/#sthash.nOhSHGGv.dpuf

ZONA INDUSTRIALE DI TRIESTE: INTERVENTI DI PULIZIA E MANUTENZIONE.


La manutenzione delle strade e del verde costituisce da lungo tempo un problema irrisolto per le aziende insediate nell’ambito del comprensorio della zona industriale di Trieste, in particolare per quella parte che rientra nei limiti del Comune di Trieste (Via Caboto, Via Malaspina, Via Pietraferrata, Via Errera, Via del Follatoio, etc.).
La poca attenzione che finora è stata riservata a questi beni pubblici, oltre alle implicazioni facilmente immaginabili a livello di rischi per la sicurezza della circolazione, restituisce un’immagine degradata del comprensorio dell’EZIT che certo non rappresenta un bel biglietto da visita per gli imprenditori triestini.

La questione nasce dal fatto che la maggior parte di queste strade sono state costruite dall’EZIT ma sono poi state intavolate come proprietà demaniale, con tutte le complicazioni amministrative che ne conseguono formalmente.

Dopo anni di difficili colloqui sul tema,
EZIT e Comune di Trieste si sono accordati per affrontare collegialmente il problema: un mese fa, su interessamento dell'Assessore allo Sviluppo Economico Paolo Rovis e con il supporto di Acegas-APS è stato completato un primo intervento di pulizia che ha consentito di rimuovere grandi quantità di rifiuti abbandonati sotto la Grande Viabilità ed in questi giorni il Comune ha iniziato la potatura degli alberi lungo la via Caboto.

"
L’intervento riguarda 107 alberi per un importo di euro 24.200,00 oltre allo sfalcio delle aiuole spartitraffico con un investimento di euro 3.500,00 - ha illustrato l'Assessore Rovis - deciso perché, se è vero che per una zona industriale quello che conta è che le imprese lavorino, è anche vero che l'ambiente circostante deve presentarsi decoroso e sicuro per il transito pedonale e veicolare".

Dal canto suo l’EZIT è riuscito ad ottenere un finanziamento di 65.000 euro a valere sul programma di inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati in iniziative di lavoro di pubblica utilità promosso dalla Direzione Lavoro della Regione, tramite il quale impiegherà per 4 mesi 6 persone disoccupate prive di ammortizzatori sociali in ulteriori attività di pulizia delle strade e delle aree verdi.

"
Le due Amministrazioni - ha concluso Rovis che, si ricorda, riveste anche le deleghe ad Artigianato e Industria - stanno inoltre predisponendo un Protocollo d’Intesa per la gestione coordinata dei servizi di manutenzione nell’ambito del comprensorio, con il quale procedere insieme alla pianificazione delle iniziative necessarie ed alla redazione di un piano operativo annuale degli interventi."
Share on Google Plus

About Paolo Rovis