- See more at: http://www.bloggerhow.com/2012/07/implement-twitter-cards-blogger-blogspot.html/#sthash.nOhSHGGv.dpuf

CARNIA: RAGAZZA PRESA A MARTELLATE SOLO PERCHÉ TRIESTINA.


Lo riporta l'edizione odierna del quotidiano friulano "Messaggero Veneto".

Accade a Tolmezzo e riguarda una ragazza "presa in giro, insultata e poi colpita addirittura con un martello in classe. Solo perché triestina", come racconta la madre.

È la storia di un’adolescente che due anni fa si è trasferita con la madre in Carnia per inseguire la sua passione per l’agricoltura di montagna e la protezione ambientale. 

"Siamo venute qui - racconta la mamma al Messaggero di Udine - solo per permettere a mia figlia di frequentare il Cefap di Tolmezzo, ma mai ci saremmo aspettate di vivere un incubo del genere". 

La ragazza è stata anche costretta ad abbandonare la scuola per sfuggire alla persecuzione di alcuni compagni che l’avevano presa di mira. Per la madre "non è solo una questione di bullismo: questo per me è razzismo. E la cosa più grave è che in molti nemmeno se ne rendono conto".

I fatti sono accaduti mesi fa, ma la situazione pare non sia cambiata. "La cosa più carina che le dicono molti ragazzi è “triestina di merda” - spiega la madre. Che accusa anche qualche adulto, raccontando che "un insegnante per esempio si è lamentato perché a causa della presenza di mia figlia non poteva fare lezione in friulano...".

L’episodio della martellata risalirebbe al maggio dello scorso anno. La mamma si è vista arrivare a casa la figlia piena di lividi: era stata colpita con un martello sulla spalla, in classe durante la lezione. Da lì, ospedale e denuncia. Con conseguenti indagini le quali, però, pare non abbiano fornito riscontri.

Secondo la mamma, "insultare un triestino pare sia consentito, ma è una cosa che non possiamo accettare. La Carnia ci piace e vorremmo rimanere qui a vivere, ma dobbiamo essere trattate con rispetto».

Una storia che, se vera in tutti i dettagli, fa sicuramente indignare. Ma che va circoscritta in una situazione evidentemente particolare: la normalità sono, invece, gli ottimi rapporti di rispetto e amicizia fra tutti i cittadini del Friuli Venezia Giulia.

Share on Google Plus

About Paolo Rovis