- See more at: http://www.bloggerhow.com/2012/07/implement-twitter-cards-blogger-blogspot.html/#sthash.nOhSHGGv.dpuf

Ottava edizione della "Fiera del Disco".

DOMENICA 13 SETTEMBRE, AL PALASPORT DI CHIARBOLA, DALLE 10 ALLE 19, OTTAVA MOSTRA MERCATO DEL DISCO, CD E DVD USATO E DA COLLEZIONE

NELL’AMBITO DELL’EVENTO, PRESENTATO STAMANE DALL’ASSESSORE PAOLO ROVIS, SABATO 12, ALLE 21.00, NELL’AREA DELLA EX PISCINA BIANCHI, CONCERTO DI ANTONELLA RUGGIERO

Nell’ambito dell’ottava edizione della MOSTRA MERCATO DEL DISCO, CD E DVD USATO E DA COLLEZIONE, sabato 12 settembre, alle ore 21.00, si terrà il concerto “Lieder Ebraici” di e con Antonella Ruggiero. Lo ha annunciato stamane, l’assessore allo Sviluppo Economico e Turismo del Comune di Trieste Paolo Rovis, assieme al presidente dell’Associazione Musica Libera Davide Casali e all’assessore alla Cultura della Comunità Ebraica Mauro Tabor.

Il concerto è organizzato in collaborazione con la Comunità Ebraica di Trieste, il Museo della Comunità di Trieste, il Comune di Trieste –Assessorato Sviluppo Economico e Turismo e l’Associazione Musica Libera ed è inserito all’interno del Festival di musica e cultura ebraica Erev/Laila III Edizione. L’ingresso, al prezzo popolare di 10 euro, in caso di maltempo avrà luogo al Palasport di Chiarbola.

Antonella Ruggiero una delle voci più significative del panorama musicale italiano da qualche anno sta portando avanti un affascinante percorso di riscoperta delle tradizioni popolari. Il nuovo programma dedicato alla musica ebraica affronta il repertorio yiddish (la lingua degli ebrei concerto dell’Europa centro-orientale) come la nota canzone "kinder yorn" di Mordechay Gebirtig, canti in lingua ebraica come "shir hanoded" (il canto dell'errante) di cui Antonella offre un'emozionante interpretazione personale. Con la canzone in lingua inglese "If I were a rich man", tratta dal famoso musical "il violinista sul tetto", si incontra invece il repertorio della diaspora americana, mentre le canzoni ladine portano l'ascoltatore all'altra grande diaspora ebraica: quella sefardita nell'Europa occidentale. Il virtuosismo del clarinettista italo-israeliano Amit Arieli propone invece una selezione di brillante musica klezmer.

L’ottava mostra mercato del disco, cd e dvd usato e da collezione, è organizzata dall’Associazione Culturale Musica Libera, con la coorganizzione del Comune di Trieste - Assessorato Sviluppo Economico e Turismo – e il contributo della Fondazione CRTrieste. La manifestazione, che si svolgerà al Palasport di “Chiarbola” di via Visinada, 7 quest’anno vede la partecipazione di 20 espositori in più, per un totale di 60 espositori italiani e stranieri, provenienti dalla Slovenia, Croazia, Austria, Svizzera, Ungheria, Germania ed Olanda.

La manifestazione, fin dalle prime edizioni, è stata mèta ambita di appassionati, collezionisti e curiosi che si danno appuntamento per scovare dischi e CD in ogni formato, più o meno rari, sagomati, neri o colorati, picture disc, 33 e 45 giri, album singoli e doppi, con copertine apribili e in rilievo. E poi innumerevoli stampe estere, inglesi, ma anche giapponesi, di notevole fattura e cura del particolare; americane, tedesche ecc. La musica sarà rappresentata in tutti i generi, dall’italiana al rock, passando attraverso punk, funky e jazz, metal e disco music, elettronica ed etnica, le sigle dei cartoni e i 78 giri. Una quantità tale di materiale che fa gola a molti appassionati e che nel tempo ha accresciuto il successo della manifestazione. Chiunque potrà esporre, scambiare, acquistare, vendere o semplicemente farsi valutare dischi, CD e materiale musicale di vario genere.

“E’ un appuntamento importante per la città – ha sottolineato l’assessore Paolo Rovis – di valenza internazionale, perché oltre che di valore commerciale, si tratta di un evento anche di carattere culturale, capace di suscitare interesse e curiosità e di attrarre quindi pubblico ed espositori di tutte le nazionalità, oltre che dalla nostra regione”.

L’assessore Mauro Tabor ha posto l’accento sulla ‘dimensione europea’ dell’evento, in particolare sulla cantante Antonella Ruggero, che “rappresenta il migliore esempio di ‘dialogo’ tra diverse sfere culturali-religiose, non essendo ebrea. E un ulteriore tramite per far conoscere sempre più la comunità ebraica e la sua storia, anche attraverso la musica”. Davide Casali ha quindi evidenziato il progressivo e costante aumento degli espositori, in particolare provenienti dalla Germania e “l’importanza di dare spazio e voce anche ai giovani, che in questa occasione potranno suonare ed esprimersi in modo creativo con la loro musica”.

Sui banchi della mostra mercato, cui si potrà accedere al prezzo d’ingresso di 4 euro – è stato detto - saranno in bella mostra non solo dischi, ma anche una miriade di gadgets, videocassette e dvd, magliette, manifesti, le riviste patinate, locandine e fotografie che rievocano l’aurea epoca degli anni ’60 e’70, il tutto inerente a un vasto panorama musicale. E come sempre ci saranno delle vere e proprie rarità: sempre più ricercati i primi due singoli di Lucio Battisti, “Per una lira” e “Luisa Rossi”. Al momento attuale, tra i vinili più quotati sul mercato collezionistico, si trova il leggendario LP dei Pooh intitolato “Contrasto”, vero mito del Beat italiano. Il disco che venne stampato in un migliaio di copie numerate nel luglio del 1968 ad insaputa del gruppo, dalla casa discografica Vedette, che con la band in tournée, decise di sfruttare la popolarità del gruppo, raggiunta con il 45 giri “In silenzio/Piccola Katy”, raggruppando alcuni provini realizzati per un futuro album.Quando i Pooh vennero a conoscenza dell’operazione, chiesero e ottennero il ritiro dal commercio del 33 giri e per lungo tempo non è stato inserito nelle discografie ufficiali.

All’appuntamento di domenica, non mancherà poi la grande protagonista della canzone d’autore, Mina, di cui sono ambiti i singoli “Baby Gate” su etichetta Broadway e i primi long playing su etichetta Italdisc. Sempre in auge il Banco Del Mutuo Soccorso, il cui primo capolavoro omonimo datato 1972 è sempre tra i dischi più ricercati: è il famoso “salvadanaio”, la cui elaborata sagoma tende ad usurarsi facilmente, e di conseguenza copie perfette sono piuttosto difficili da reperire.La ristampa di qualche anno fa riproposta dai soliti giapponesi in modo accurato e quasi maniacale è di grande valore. Recentissima la ristampa del “salvadanaio” da parte di un’etichetta specializzata italiana.

Molto in voga anche il quarantennale del mega-raduno di Woodstock, e quindi a pioggia edizioni definitive, esibizioni che sembravano perse per sempre, a celebrare quel mitico evento. E i mostri sacri come il “King” Elvis Presley, la cui stampa italiana dell’EP “I need you so”(RCA italiana – 1961) è soprattutto richiesta all’estero, anche per merito della bellissima copertina che ritrae il Re, con tanto di firma dello stesso. D’inestimabile valore la stampa italiana del primo album dei Pink Floyd, “The piper at the gates of dawn”, manifesto della psichedelica del 1967, che presenta una copertina completamente diversa dall’edizione inglese. Ricercatissimi anche i Beatles, con il 33 giri di stampa italiana su etichetta Parlophone intitolato “Beatles in Italy” (1965), che corrisponde all’emissione inglese del mitico “Help!”.

La manifestazione sarà un’autentica celebrazione del disco, del vecchio caro vinile, il cui panorama - storico e commerciale – conferma che il settore è costantemente impegnato in una particolare ascesa tra operatori e collezionisti. Insomma, uno sguardo al passato, ma non solo, con la concretizzazione di proposte musicali del presente: infatti, alle 19.00, al termine della fiera, nel piazzale antistante il Palasport suoneranno alcuni gruppi locali più o meno affermati a sancire il trait d’union tra vecchie e nuove sonorità. La serata quindi continuerà con la Prog Night e i gruppi: Proteo, Rebus e Pink Moon Tributo ai Pink Floyd, musica progressive per finire un bellissimo evento con tanta musica.

Per informazioni e contatti per il concerto:

www.musicalibera.it 333-1569663

per la fiera email: m.giugovaz@alice.it

mobile: +39 3293430481

(Comunicato a cura di Rosanna Ferfoglia, Ufficio Stampa del Comune di Trieste)

Share on Google Plus

About Paolo Rovis